Il 16 aprile a Villa Revedin, in analogia a quanto avvenuto lo scorso 8 giugno 2014 nei Giardini Vaticani, rappresentanti Ebrei, Cristiani e Musulmani, si uniranno per invocare e promuovere la giustizia e la pace nel mondo.

Vai al volantino dell'iniziativa

La proposta di un incontro di preghiera comune con la presenza dell’Arcivescovo è stata avanzata dallo stesso Cardinale Carlo Caffarra lo scorso 1 ottobre 2014, durante un’udienza concessa al coordinamento della Comunità Islamica di Bologna, quando erano presenti sette imam delle varie sale di preghiera cittadine. Dopo aver verificato la praticabilità e la condivisione anche con la Comunità Ebraica, si è arrivati alla definizione dell’iniziativa, che ripropone l’incontro di Papa Francesco con Israeliani e Palestinesi e con il Patriarca Bartolomeo, tenutosi lo scorso 8 giugno 2014 nei Giardini Vaticani.

Saranno pertanto presenti: Rav Alberto Sermoneta, Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Bologna; S. Em.za Card. Carlo Caffarra, Arcivescovo di Bologna; il Dott. Yassine Lafram, Coordinatore della Comunità Islamica di Bologna. Saranno inoltre presenti l’Archimandrita Padre Dionisios Papabasileiou e il Pastore Michel Charbonnier, per manifestare la vicinanza anche della comunità cristiana ortodossa e riformata.

L’incontro si svolgerà giovedì 16 aprile 2015, alle ore 18.00, nel Parco di Villa Revedin con l’invocazione per la pace sul terrazzo della villa, per poi scendere nel giardino e piantare simbolicamente un ulivo, segno del comune impegno per la pace.

Analogamente a quanto avvenuto nei Giardini Vaticani, gli interventi delle tre Comunità religiose saranno scanditi da intermezzi musicali della Bologna Youth Chamber Orchestra e la conclusione attorno all’ulivo sarà accompagnata dal canto del Coro dei bambini della Parrocchia dei Santi Bartolomeo e Gaetano.

Per accedere è necessario presentare il biglietto di invito.